Sbocchi professionali

Profilo professionale e sbocchi occupazioni e professionali previsti per i laureati
Il CdS mira a formare laureati magistrali in grado di ricoprire ruoli di alto livello nella pubblica amministrazione, nelle istituzioni comunitarie, in seno alle organizzazioni internazionali e non governative, alle imprese private di respiro nazionale e internazionale.
funzione in un contesto di lavoro:
I laureati magistrali in Scienze internazionali potranno ricoprire le seguenti carriere secondo le professioni Istat, in linea con le classificazioni Ateco 2002:
J 65 - Intermediazione monetaria e finanziaria: 65.11 (Attività della Banca Centrale), 65.12 (Altre intermediazioni monetarie), 65.22 (Altre attività creditizie), 65.23 (Altre intermediazioni finanziarie), 67.11 (Amministrazione di mercati finanziari);
K - Attività di servizi alle imprese: 73.2 (Ricerca e sviluppo sperimentale nel campo delle scienze sociali e umanistiche), 74.13 (Studi di mercato e sondaggi di opinione), 74.14 (Consulenza amministrativo-gestionale), 74.15 (Amministrazione di imprese), 74.40 (Pubblicità);
L 75 - Amministrazione Pubblica: 75.11 (Attività generali di amministrazione pubblica), 75.12 (Attività dell'amministrazione pubblica rivolta alla regolamentazione delle attività di carattere sociale), 75.13 (Attività dell'amministrazione pubblica rivolta alla regolamentazione delle attività di carattere economico), 75.14 (Attività di servizi centralizzati di supporto alle attività
istituzionali delle amministrazioni pubbliche), 75.21 (Affari esteri), 75.22 (Difesa nazionale);
M – Istruzione;
O - Altri servizi pubblici, sociali e personali;
Q - Organizzazioni ed organismi extraterritoriali;
O 91 - Attività di organizzazioni associative;
Q 99 - Organizzazioni ed organismi extraterritoriali.
competenze associate alla funzione:
Il laureato possiede competenze in ambito giuridico, storico, economico, politologico e linguistico. E' in grado di applicare le sue competenze in ambito giuridico internazionale, in ambito di analisi economica e finanziaria, in ambito di analisi dello scenario politico globale, in ambito di ricostruzione e interpretazione delle radici storiche degli avvenimenti internazionali. Sulla base di queste competenze è in grado di elaborare e applicare strategie di gestione e organizzazione negli ambiti professionali di riferimento, nel contesto nazionale e internazionale.
sbocchi professionali:
Sbocchi occupazionali e attività professionali previsti dal Corso di Studio sono, oltre che nella carriera diplomatica, in istituzioni internazionali, in aziende private che operano nel mercato internazionale, nonché in organizzazioni pubbliche e private internazionali, con funzioni di elevata responsabilità; in specifici ambiti delle relazioni internazionali (tutela dei diritti umani, peace-keeping, difesa dell'ambiente), presso organismi pubblici e privati, associazioni ed enti non governativi nazionali ed internazionali. I laureati magistrali potranno quindi svolgere funzioni di elevata responsabilità presso la pubblica amministrazione e nelle organizzazioni internazionali nel campo della cooperazione con i paesi in via di sviluppo; nel terzo settore, in particolare nelle ONG transnazionali e negli organismi di tutela dei diritti dei cittadini.